Obiettivo Risarcimento supera Scandicci in quattro set

Obiettivo Risarcimento supera Scandicci in quattro set
Continua la striscia positiva delle biancoblu: +8 rispetto all’andata in 3 partite

Savino del Bene Scandicci – Obiettivo Risarcimento 1-3 (17-25, 25-19, 18-25, 17-25)
Savino del Bene:Strobbe 13, Rania 5, De Fonzo, Fanzini 1, Mazzini, Lussana (L), Agresti, Chojnacka 2, Corna 1, Moneta 12, Taborelli 11, Lapi 10. All. Botti
Obiettivo Risarcimento: Pastorello 10, Peretto 18, Sestini, Lanzini (L), Milocco 14, Andreeva ne, Baggi 14, Ghisellini 3, Fiori ne, Fronza 5, Cialfi 4. All. Rossetto
Arbitri: Bertoloni e Pignato

Obiettivo Risarcimento Vicenza  esultaGran prova dell’Obiettivo Risarcimento sul campo di Scandicci, che trova la terza vittoria consecutiva firmando un +8 in tre nelle ultime tre partite rispetto al girone d’andata, cosa che alza le quotazioni delle biancoblu in questo finale di stagione. Le ragazze di Rossetto hanno tenuto alte le percentuali di ricezione permettendo a Ghisellini prima e Cialfi poi di ben orchestrare il gioco; chiave di volta sono state comunque una battuta efficace e una difesa efficiente, che ha permesso un buon contrattacco.

Le biancoblu scendono in campo con la stessa formazione delle ultima partite e fin da subito l’Obeittivo Risarcimento gioca con la giusta intensità, conquistando il primo break sul 3-5 con Milocco. La ricezione regge bene, così come l’organizzazione muro-difesa. Peretto e Baggi allungano in attacco, la stessa Baggi va a segno anche a muro, così come Pastorello, portando il punteggio sul 20-13. Peretto conquista il ventiquattresimo punto e alla seconda occasione chiude Milocco: 17-25.

Al ritorno in campo sono le padrone di casa a conquistare i primi due punti, divario che le biancoblu si portano dietro fino all’8-10, subendo poi un nuovo break che manda Scandicci sul +4. Le toscane rispetto il primo set servono meglio e prendono meglio le misure a muro alle biancoblu che faticano. Entrano Cialfi al palleggio e Sestini per Pastorello, ma in campo non c’è l’ordine visto nel primo parziale. L’Obiettivo Risarcimento accorcia di un paio di lunghezze, ma Scandicci è ormai vicino alla meta e chiude 25-19.

Sestini e Cialfi rimangono in campo e l’Obiettivo Risarcimento torna a mettere la testa avanti sul 5-6 con Peretto, che dà il là per 5-9 con Milocco a segno al servizio, Baggi in attacco e Cialfi a muro. Scandicci si rifà sotto, entra Pastorello per Fronza e con un suo primo tempo le biancoblu tornano a +3. Cresce la ricezione e le vicentine tornano a macinare buon gioco, allungando fino all’11-19 nonostante i due time out chiamati dalle padrone di casa. Chiudono Peretto e Baggi per il 18-25.

Baggi inaugura il quarto set con un ace e l’Obiettivo Risarcimento trova subito il triplo vantaggio. Scandicci prova ad accorciare con il muro (9-10), ma Milocco risponde con la stessa moneta e Peretto riallunga per il 10-15. Le biancoblu giocano in modo ordinato e controllano bene a muro, fondamentale con il quale Pastorello firma il +7. Le padrone di casa tentano il recupero, Pastorello toglie palla e va a segno al servizio, Scandicci sbaglia e alla seconda occasione Peretto chiude: 17-25 e 1-3.

Soddisfatto coach Rossetto: “L’avvicendamento in regia è stato dovuto al calo della ricezione nel secondo set, con Ghisellini che non ha potuto così sfruttare il suo miglior gioco al centro, poi Cialfi ha saputo tenere bene il campo senza sbordare in esuberanza come in altre occasioni, ha difeso e battuto bene. Ho messo in campo i 9/11 delle nostre atlete, con Andreeva fuori per una scelta tattica per sfruttare il buon momento di Peretto e anche il suo potenziale difensivo, ma non è detto che la prossima volta non sia lei a scendere in campo, visto anche il buon lavoro svolto in questa settimana”.

L’Obiettivo Risarcimento tornerà al PalaCampagnola sabato prossimo per la sfida con Bolzano.

Alida Pretto
Ufficio Stampa Volley Towers