Una strepitosa Riso Scotti Pavia espugna il PalaIper

esultanza a fine match pavia_1024x683Una strepitosa Riso Scotti espugna Monza: 1-3 contro Saugella

SAUGELLA TEAM MONZA-RISO SCOTTI PAVIA 1-3 (25-20, 22-25, 20-25, 21-25)

SAUGELLA TEAM MONZA: Bruno 7, Viganò 18, Garavaglia 3, Balboni 3, Ravetta 8, Bonetti 6, Garbet 3, Facchinetti 6, Nomikou 2, Aricò 2, Bisconti (L), Pastrenge (L). Non entrata Saveriano. Allenatore Enrico Mazzola.

RISO SCOTTI PAVIA: Masino, Nicolini 1, Renkema 15, Frackowiak 11, La Rosa 9, Poma C. (L), Devetag 18, Di Bonifacio 1, Moretti 11. Non entrate Hodzic, Poma G., Morelli. Allenatore Rosario Braia.

Arbitri: Fretta, Pristerà durata set: 25’, 29’, 28’, 27’. Tot 1h 49’

Una Riso Scotti agonisticamente carica dopo la bella prestazione della scorsa giornata affronta la trasferta contro una delle squadre più forti della compagine di A2 senza timori reverenziali: sono quattro i punti di vantaggio della Saugella sulla Riso Scotti prima della partita ma ciò non impedirà a Devetag e compagne di imporre il proprio gioco per tutta la gara.

Riso Scotti parte con Nicolini in regia e Poma libero, Devetag e La Rosa coppia centrale, Moretti e Renkema e Frackowiack schiacciatrici. Saugella Monza oppone Bruno, Viganò, Aricò, Balboni in palleggio, Bonetti, Garbet e Bisconti libero.

E’ Joanna Frackowiack a sbloccare lo score della gara inaugurando un minibreak pavese di quattro punti. Moretti sigla l’otto a due e impone il primo tempo alla squadra brianzola. Saugella Monza prova a recuperare rosicchiando pian piano punti. Sul dieci a nove per la Riso Scotti è Braia, questa volta, a stoppare il gioco per riordinare le idee in casa pavese: messaggio subito colto da Francesca Moretti che rimette in marcia il punteggio. Al tempo tecnico la Riso Scotti è ancora in vantaggio di tre punti ma sul tredicesimo punto c’è l’aggancio di Saugella, agevolato anche da qualche errore pavese. Monza tenta la fuga però la Riso Scotti resta a ruota. Braia cambia la diagonale palleggio-opposto inserendo Masino e Di Bonifacio ed è proprio la schiacciatrice appena entrata a mettere a terra la palla della momentanea parità sui diciotto pari. Non si ferma però la progressione di Saugella che con due ace di Nomikou scappa a più quattro. Il muro ferma l’attacco di Marianna Di Bonifacio e consente a Monza di far proprio il primo parziale.

Anche nel successivo set la fase iniziale arride alla Riso Scotti: il muro di Francesca Devetag vale il vantaggio per 5 a 2, il primo tempo di Simona La Rosa porta sul 7 a 3, l’ace di Devetag arrotonda a nove a tre prima del time-out discrezionale di Mazzola. Si apre una fase concitata e emozionante fatta di lunghe azioni, incredibili recuperi e ricostruzioni spettacolari in cui Saugella rosicchia qualche punto. Il muro di La Rosa rimette in corsa la Riso Scotti che raggiunge il tempo tecnico in vantaggio sul dodici a sette. Frackowiack incrementa il distacco fino al più sei che Devetag e La Rosa consentono di mantenere immutato fino al diciotto a dodici prima del break monzese che accorcia le distanze fino al meno due. Celeste Poma e Joanna Frackowiack si scontrano duramente durante il gioco facendo temere il peggio: per fortuna tutto bene cosicché la Riso Scotti riprende a macinare punti; La Rosa a muro e Renkema in schiacciata portano al venti a sedici. Il mani-out di Moretti vale il ventidue a diciotto e la battuta lunga di Facchinetti consegna a Pavia cinque set-ball. Viganò ne annulla tre prima della battuta errata di Aricò che vale il secondo set per la Riso Scotti.

Equilibrio nei primi scambi del terzo parziale fino a quando Kim Renkema e Francesca Devetag decidono di rompere gli indugi allungando sino al nove-cinque. La panchina monzese rimescola le carte in campo inserendo Facchinetti e Ravetta ma la Riso Scotti non cede e al timeout obbligatorio conduce per dodici a sette. Al rientro in campo tre punti consecutivi di Saugella consigliano a Braia di fermare il gioco con un tempo discrezionale, Masino dà il cambio a Nicolini, la Riso Scotti difende con i denti il vantaggio grazie alle bordate di Moretti. Monza manda in campo Nomikou sperando che replichi il turno positivo di battuta ma questa volta la Riso Scotti è attenta a non farsi cogliere impreparata. Devetag e Renkema vanno a segno e lo score segna 19 a 15 per Pavia, che l’attacco out monzese arrotonda a venti. Tempo Saugella prima del rush finale: Frackowiack con un sapiente pallonetto sigla il ventitreesimo punto ed è ancora l’opposta polacca a segnare il punto che vale sei set-ball: due occasioni sfumano ma Francesca Moretti non si lascia scappare la terza e mette la parola fine anche a questa frazione di gioco.

Sull’onda dell’euforia del set appena vinto la Riso Scotti vola fino al sei a due prima di subire la risposta delle monzesi che sui dieci punti raggiungono la parità. E’ comunque la Riso Scotti a presentarsi per prima, pur se con una sola lunghezza di vantaggio, al tempo tecnico. Minibreak pavese di tre punti che sul 15 a 12 costringe Saugella al time-out; si lotta punto a punto per mantenere il distacco. Kim Renkema porta lo score sul 18 a 14, il muro di Devetag sul 21 a 15, subito aggiornato a ventidue. Facchinetti non molla e Saugella mette a segno tre punti pericolosi. Il distacco si riduce ma Pavia non molla: l’errore in battuta monzese porta al 24 a 19, poi è capitan Devetag con una superfast a chiudere l’incontro sul venticinque a ventuno.

Ottima prova in ricezione di Celeste Poma, positiva al 83%, ma anche delle altre ricevitrici. In attacco Devetag molto concreta ma è soprattutto a muro che la Riso Scotti ha fatto la differenza: sedici contro cinque. Domenica prossima altra trasferta per la Riso Scotti a San Casciano.

Ufficio stampa Riso Scotti Pavia