Riso Scotti Pavia esce sconfitta dal PalaGeorge

La Riso Scotti sfiora il colpaccio: bastava un pizzico di fortuna in più

METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI-RISO SCOTTI PAVIA 3-1 (25-23, 22-25, 28-26, 25-22)

METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI: Guatelli 16, Rebora 2, Dalia 5, Musti De Gennaro 11, Portalupi (L), Alberti 4, Saccomani 29, Gravesteijn 12, Zampedri. Non entrate Zanotto, Milani. Allenatore Leonardo Barbieri.

RISO SCOTTI PAVIA: Masino 1, Nicolini, Renkema 19, Frackowiak 23, Poma C. (L), La Rosa 3, Devetag 8, Di Bonifacio 3, Poma G., Moretti 13. Allenatore Rosario Braia.

Arbitri: Piperata, De Sensi durata set: 23’, 25’,28’,25’. Tot . 1h 41’

Scontro importante per la classifica quello in calendario oggi al Pala George di Montichiari: Metalleghe Sanitars, prima in classifica con 46 punti, cerca di consolidare la posizione di vertice che da’ diritto alla promozione diretta, la Riso Scotti invece, pur consapevole della forza delle avversarie, punta al risultato a sorpresa per garantirsi l’accesso ai playoff. Ne è scaturita una partita emozionante e combattuta, con la Riso Scotti che è arrivata ad un soffio dal miracolo. Una prestazione comunque entusiasmante per le ragazze di Pavia che avrebbe potuto essere anche più proficua in termini di punti.

Braia opta per la formazione schierata al via nell’ultima partita, con Masino in diagonale con Joanna Frackowiack, coppia centrale composta da Francesca Devetag e Simona La Rosa, schiacciatrici Moretti e Renkema, libero Celeste Poma. Lo starting player della Metalleghe Sanitars è invece composta da Dalia in regia, Gravesteijn opposto, libero Portalupi, Musti De Gennaro e Alberti centrali, Saccomani e Guatelli schiacciatrici.

Parte con decisione Metalleghe Sanitars e con Guatelli conquista qualche punto di vantaggio, costringendo subito la Riso Scotti all’inseguimento. Non si fanno impressionare però le vespe che restano nella scia della capolista, grazie soprattutto alle bordate di Joanna Frackowiack. Al tempo tecnico sono quattro i punti di distacco ma alla ripresa la Riso Scotti ha uno scatto d’orgoglio e la schiacciata di Kim Renkema produce la momentanea parità sul dodicesimo punto. Si riorganizzano le bresciane e ritentano la fuga: subito Braia ferma il gioco sul sedici a tredici. Riprende a macinare punti anche la Riso Scotti senza però colmare il divario fino a quando Serena Masino inventa uno dei suoi “secondi tocchi vincenti” che riduce a un solo punto il distacco che il successivo mani-out di Renkema (sette i suoi punti nel parziale) lo annulla del tutto. Tempo per Montichiari e risposta immediata da parte di Gravesteijn e Saccomani, spina nel fianco della Riso Scotti. Nuovo time-out di Braia e Moretti riporta in parità lo score: ventitré punti per parte. Lulama Musti s’incarica di chiudere il parziale con un attacco seguito da un muro sulla schiacciata di Moretti.

L’incipit di ogni set è sempre difficile per la Riso Scotti che subisce un parziale di quattro a zero prima di mettere la palla a terra con Moretti. Recupera subito riportando il risultato in parità ma un nuovo break di Montichiari costringe Braia al tempo sull’otto a quattro. E’ una bella Riso Scotti che non cede e trova in Kim Renkema la mattatrice del momento; i suoi punti consentono alle pavesi di restare a una distanza non eccessiva dalla Metalleghe Sanitars. Qualche errore delle bresciane consente di traguardare la parità: la Riso Scotti prova a conquistarla ma la conclusione out di Frackowiack consente a Montichiari di raggiungere in vantaggio il tempo tecnico. Il pareggio matura sul diciassettesimo punto con il muro di Kim Renkema sulla fast di Lulama Musti e quindi il vantaggio, grazie a due palle sparate fuori da Saccomani. E’ la stessa Saccomani che ripristina subito la parità con una palla piazzata e un ace. Si gioca punto a punto e ora è Montichiari a inseguire. Il tecnico della Riso Scotti manda in campo Ginevra Poma per il servizio e cambia la diagonale palleggio-opposto facendo entrare Nicolini e Di Bonifacio. La bordata di Francesca Moretti colpisce Saccomani e vale il set ball subito concretizzato grazie ad un’azione fortunata. Francesca Devetag mura l’attacco di Saccomani, la palla carambola sul suo corpo tornando nel campo avversario e andando a segno: un set pari.

Un po’ di confusione nella prima parte del terzo parziale con Joanna Frackowiack (23 punti nella partita) che non smette di bombardare il campo avversario: suo è anche il punto della parità sui dieci pari, segnato con un recupero rasoterra rilanciato nella zona sguarnita del campo avverso. Laura Saccomani riconquista il vantaggio per Metalleghe Sanitars e sul quattordici-dieci c’è il tempo dalla Riso Scotti. Lentamente ricomincia la rimonta: alle cannonate di Frackowiack si aggiungono quelle di Moretti. Braia ritenta la carta del doppio cambio Nicolini-Di Bonifacio: il muro punto di Moretti vale il sorpasso sul venti a diciannove, distacco incrementato dalla doppietta sapiente di Kim Renkema che cerca gli angoli scoperti del campo. Tornano in campo le titolari e ora è la panchina di Montichiari a chiamare il time-out e dare il la alla concitata fase finale del set: Pavia conquista tre set-ball grazie a Moretti, Renkema e Frackowiack, annullati dalle padrone di casa, prima della doppietta di Guatelli che, in un palazzetto infuocato, chiude il parziale sul ventotto a ventisei.

Diminuisce un po’ la tensione agonistica in campo ma la Riso Scotti resta incollata alla Metalleghe Sanitars anche in questo inizio di frazione di gioco. Di Bonifacio sostituisce Renkema e Simona La Rosa sigla il sette pari prima del break di Montichiari. Al tempo tecnico la capolista conduce per dodici a nove, Devetag e Moretti si portano fino al meno uno (13-12), nuova fuga di Montichiari e nuova riscossa pavese che con la doppietta di Marianna Di Bonifacio e l’attacco out di Rebora si riportano in parità sul diciottesimo punto. La situazione di equilibrio non dura a lungo: qualche errore pavese e una scatenata Guatelli ridanno il vantaggio alla Metalleghe Sanitars che grazie all’attacco di Gravesteijn conquista quattro match ball. Due non vanno a buon fine ma al terzo è ancora Laura Saccomani ( ventotto i suoi punti nell’incontro) a mettere la parola fine alla partita.

Nonostante il risultato sfavorevole la Riso Scotti è apparsa brillante e convincente, pronta per un gran finale di stagione.

Ufficio stampa Riso Scotti Pavia