Essere resilienti: imparare dal volley, con Velasco

La resilienza è la capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà: un concetto che va di moda tra i fautori della pop-psychology, perché il cambiamento è una realtà che dobbiamo affrontare quotidianamente, che ogni giorno ci porta allo scoperto. Ma se ne parliamo, non è per essere alla moda: la resilienza è il tema che, all’interno dell’evento proposto da Evolution Forum, Julio Velasco ha preso in mano girandolo e rigirandolo come un pallone, con tocchi leggeri e colpi decisi, in un contesto del tutto particolare, quello offerto dalla Comunità di San Patrignano. Una partita giocata per vincere, laddove vincere significa prima di tutto comprendere tutte le sfumature della vittoria. Le impressioni di Miky Orione, per lasciarci con il gusto di saperne di più.

NON SOLO VINCERE

networking_600x315-300x158“La pallavolo mi ha salvato”. Parole forti scandite con straordinaria umiltà, ad esprimere gratitudine e riconoscenza che diventano una emozionante dichiarazione d’amore se a pronunciarle, raccontando la sua biografia, è un uomo che si è trovato poco più che ragazzo ad affrontare le difficoltà improvvise quanto cruenti di un Colpo di Stato, superandole con l’aiuto del volley.

Fa ancora più effetto se quel ragazzo, che oggi parla davanti ad un pubblico di milletrecento persone ipnotizzate dal suo appeal comunicativo, si chiama Julio Velasco, l’Allenatore con la A rigorosamente maiuscola, il maestro, l’uomo ironico, istrionico, il filoso venuto dall’Argentina che sa parlare alla mente ed arrivare dritto al cuore di giocatori, dirigenti, manager, tifosi.

Raccontare una giornata a pochi metri da un mito fra aneddoti, battute, ricordi, barzellette, metafore è come tentare di descrivere il sapore di una torta al cioccolato di mai madre: impossibile perché certe emozioni si possono solo vivere e gustare conservandone a lungo il ricordo.

Così non mi resta che sedermi davanti al camino, fissare il mio taccuino con una infinità di appunti: nella mia mente molte riflessioni e nel mio cuore una frase su tutte che sembra il prologo perfetto di quella con cui ho cominciato questa manciata di righe: “Il successo non è solo vincere

Miky Orione