Ornavasso-Novara: un derby in piena regola

Sara Paris (Igor Gorgonzola Novara) con Alessia Ghilardi (Openjobmetis Ornavasso)

Sara Paris (Igor Gorgonzola Novara) con Alessia Ghilardi (Openjobmetis Ornavasso)

Un derby al ” cardiopalma” quello che si è giocato ieri a Castelletto Ticino tra Openjobmetis Ornavasso e Igor Gorgonzola Novara. Davanti a un palazzetto gremito di persone, circa 1600 spettatori, le due squadre non si sono risparmiate ma il tie -break si è concluso a favore delle igorine.

In sala stampa le dichiarazioni di Federica Tasca, centrale di Ornavasso, Sara Paris e Luciano Pedullà, rispettivamente libero e allenatore di Novara.

Federica Tasca (Openjobmetis Ornavasso)

Federica Tasca (Openjobmetis Ornavasso)

“Due punti persi questa sera. Volevamo vincere e ce l’abbiamo messa tutta. Abbiamo fatto molti errori ma secondo me abbiamo fatto un passo avanti rispetto alle scorse partite e siamo state più grintose anche quando siamo state sotto, dove abbiamo continuato a giocare. Sono soddisfatta della mia prova, anche se la mia prestazione è solo un tassello, ma comunque abbiamo giocato tutte bene. Potevamo sicuramente fare meglio ma va bene così”, commenta Federica.

“E’stata una vittoria di cuore quella di stasera e tutte e due le squadre hanno giocato bene. Ci sono stato alti e bassi, vedendo i set, abbiamo vinto bene e perso male, ma ci sta tutto nel derby. Ovvio poi che il 3 a 2 è andato bene per noi. Sono contenta di essere venuta qui, c’erano tante persone che conoscevo. Più che ansia era contentezza per me di giocare qua. Era importante vincere oggi per riscattare la sconfitta contro Busto.”, continua Sara.

Luciano Pedullà (Igor Gorgonzola Novara)

Luciano Pedullà (Igor Gorgonzola Novara)

“C’è da dire che in queste partite la battuta conta tantissimo e soprattutto nel terzo e quarto set ci sono stati dei break in battuta estremamente decisivi. Quando una squadra riesce a trovare la tranquillità e sicurezza allora diventa tutto molto più facile. Questa è stata la situazione di quei due set più di tutti gli altri. Adesso avremo due settimane dove dovremo lavorare, in vista dello scontro contro Piacenza, su alcuni fondamentali che ancora non eseguiamo bene, oltre che iniziare a lavorare anche a livello fisico per iniziare a pensare ai play off”, conclude coach Pedullà.

Il ‘giallo’ che durante il tie-break ha tenuto tutti con il fiato sospeso – il match interrotto per diversi minuti – si è concluso rilevando l’inserimento errato della formazione di Novara, con conseguente segnalazione di un fallo di posizione quando in realtà la squadra era allineata perfettamente con le indicazioni di mister Pedullà.

Monica Mares
Fotografie di Daniele Mora