Melissa Martinelli: sotto rete con brivido!

Melissa Martinelli con il suo "mito" Lulama Musti De Gennaro (foto Mario Zito)

Melissa Martinelli con il suo “mito” Lulama Musti De Gennaro (foto Mario Zito)

La gara tra Metalleghe Sanitars Montichiari e Puntotel Sala Consilina, valida per la quinta giornata di ritorno del campionato di volley femminile di serie A2, è l’occasione per la capolista di riprendere la leadership indiscussa in campionato, anche se la Puntotel si presenterà agguerritissima all’appuntamento.

Ma non è soltanto sportivo, l’interesse di questa gara, che vede il ritorno a Montichiari di Melissa Martinelli, centrale di Sala Consilina, l’anno scorso, appunto, a Montichiari. Una stagione, quella passata, piena di ricordi, affetti, legami… ancora vivi.

C’è poi un particolare rilevante: proprio al centro della rete, di fronte a lei, Melissa troverà il suo “mito” Lulama Musti De Gennaro, conosciuta quando la giocatrice ora a Montichiari giocava alla Virtus Roma.

Melissa Martinelli (3)“Ho conosciuto Lulama quando avevo 11 anni: ero spettatrice di una sua partita di campionato di A2 con la Virtus Roma. Un mio allenatore mi disse: guarda la sua tecnica, guarda i suoi spostamenti e i suoi movimenti. Lo presi alla lettera, e ogni domenica in cui la Virtus giocava in casa, io ero lì con mio padre a vedere le partite, solo per lei. Le chiesi se a fine campionato poteva regalarmi al sua maglia… e a fine stagione, conclusa l’ultima partita, mi chiamò dal campo per andare in spogliatoio ed ebbi una sua maglietta… Non ci credevo, ma avevo la maglia del mio idolo!!”

Melissa Martinelli è di Ardea, ed ha iniziato a giocare a Casalazzara: ha vestito la maglia di Aprilia e di Volleyrò Casal de Pazzi, dove è stata allenata da Luca Pieragnoli e Matteo Ingratta.

“Quelli a Casal de Pazzi sono stati 4 anni fondamentali per me; ho vinto vari campionati regionali, partecipato a più edizioni delle finali nazionali, scalato le categorie dalla serie D alla serie B1… ma sopratuttto, sono cresciuta molto come atleta e come persona grazie a chi c’era in panchina!  E ripensandoci bene… Incontrai nuovamente Lulama proprio dove mi allenavo a Roma, ma anche ad Aprilia (dove lei ha giocato qualche anno fa..). Lula mi disse: “La maggior parte delle cose che so fare ora, e il fatto di essere in serie A, li devo a Luca Pieragnoli!”.

Melissa Martinelli (1)Dopo Roma, finalmente il sogno si realizza… La serie A con Montichiari. “Giocare contro il mio idolo e giocarci ancora domenica in quel palazzetto (il PalaGeorge, ndr): ho già i brividi! Tante belle emozioni in cosi poco tempo!”

Ma ci sarà poco tempo per godersele, perché il campo chiama e per Sala Consilina la partita è importante e difficile al tempo stesso.

“Quest’anno con la mia squadra Puntotel Sala Consilina, spero di vincere le ultime partite della stagione e conquistare la salvezza. Comunque vada, sarà stato un anno importante per il mio percorso pallavolistico, anche se ho ancora tanta strada davanti a me per crescere il più possibile, giocare e divertirmi!”

di Marta Vips
foto di Matteo Marini e Mario Zito