#PREVIEW: FIGLIE DELLE STELLE

folie attaccoCorrono veloci i playoff del 71esimo Campionato di serie A1 di volley femminile! Siamo ormai già giunti alle semifinali (che potrebbero finire anche stasera) del torneo che decreterà la squadra vincitrice di questo Scudetto, si gioca tutti i giorni fino alla fine di aprile (o quasi) per avere un verdetto definitivo anche per questa stagione. Non sono mancate le sorprese, quanto ai quarti di finale: se era abbastanza prevedibile la qualificazione di Imoco Volley Conegliano a scapito della Metalleghe Sanitars Montichiari e quella di Nordmeccanica Piacenza a danno della Savino Del Bene Scandicci, pur uscite entrambe a testa altissima dalla competizione, meno scontato appariva il passaggio alla fase successiva di Liu Jo Modena e Foppapedretti Bergamo. Le due formazioni, che si incrociano con i due colossi favoriti fin dagli esordi di questa stagione, sono riuscite nell’impresa di eliminare in un batter d’occhio le finaliste scudetto dello scorso anno: Modena è dovuta arrivare a gara 3 per liberarsi della Igor Gorgonzola Novara, mentre a Bergamo sono bastati due match per eliminare le campionesse in carica della Pomì Casalmaggiore.

I risultati di gara 1 di semifinale, giocati in casa di Modena e Bergamo, invece, hanno confermato i pronostici più banali: Conegliano ha vinto contro le emiliane, seppur solo al tie break, mentre Piacenza ha conquistato un bel 3-1 contro le bergamasche. Entrambe le gare sono state condizionate da fattori decisivi: il dover ricorrere alla panchina da parte di Beltrami, per supplire a una stanchezza fisica di Diouf decisamente evidente già dal match contro Novara, e i pensieri nefasti di una presunta chiusura della società del volley bergamasco dall’altra parte (così dicono le voci). Il primo match di gara 2 ha già sancito un verdetto pesante, inoltre: Conegliano si è ancora una volta sbarazzato di Modena con un risultato di 3-1, ha eliminato la squadra emiliana e, di nuovo dopo tre anni di digiuno, è in finale Scudetto.

E se fare pronostici diventa sempre più difficile (e, diciamocelo: anche irritante), per questa #Preview ci siamo voluti divertire con… le previsioni astrologiche! Gli astri, i segni zodiacali, quelle cose lì insomma: perché in fondo anche le squadre di pallavolo e le loro giocatrici sono figlie delle stelle.

Gemelli in rimonta. È stata presentata ufficialmente il 28 maggio 2013 la Liu Jo Modena, che quindi è del segno dei Gemelli: segno d’aria, di cui si apprezza quindi l’estroversione, il dinamismo, la positività, il raziocinio. Affidandoci al nostro guru dell’astrologia Paolo Fox, per la settimana dal 18 al 24 aprile prevede per i Gemelli: “Sono ottime stelle per cercare di ricostruire quello che negli ultimi due anni non è andato bene”. Parole davvero azzeccate per questa formazione, che nella stagione di esordio (2013-2014) è arrivata ai quarti di finale, dove è stata eliminata da Novara, risultato bissato l’anno successivo con eliminazione però ad opera di Conegliano. Quest’anno Modena è riuscita a fare un passo avanti, finalmente, e ad arrivare in semifinale. Alla Liu Jo per andare avanti, in più in trasferta, sarebbe servito tanto carattere e, soprattutto, una Valentina Diouf al 100%: eliminazione a testa alta per una squadra che forse meritava un pochino di più, ma che ha avuto la sfortuna di incontrare in semifinale la squadra fisicamente più potente e preparata di questo Campionato.

conegliano in finalePesci molto invidiati. La società dell’Imoco Volley è invece nata ufficialmente il 15 marzo 2012, data che la fa astrologicamente rientrare nel segno dei Pesci. A cui l’astrologo lancia un avvertimento: “Attenzione alle chiacchiere sul tuo conto: si tratta di parole dette da qualche persona invidiosa”. E che invidia ha suscitato questa Conegliano, fin dagli esordi di stagione: una rosa davvero invidiabile, composta da stelle del volley americano e da giovani promesse italiane, con al timone la coppia delle meraviglie dello scorso anno Mazzanti-Ortolani. Per la coppia, nel lavoro e nella vita, che vanta in tutto 5 titoli di campione d’Italia in carriera, sarebbe un bel risultato riuscire a vincere il titolo per due anni consecutivi con due casacche diverse (se ci dovessero riuscire, occhio davvero a dove andranno l’anno prossimo!). Il Tricolore è stato fin da subito l’obiettivo a cui puntare, più ancora che a una Coppa Italia che ha visto la squadra clamorosamente eliminata nella primissima fase della competizione: primo posto assoluto e mai discusso in Regular season, accesso garantito alla Champions League dell’anno prossimo, ora lo Scudetto è il tassello che manca alla felicità veneta. Riusciranno i tanti pronostici che li danno per favoriti a “gufargliela”?

Forma fisica sotto controllo a Bergamo. In campo bergamasco, l’oroscopo consiglia al Sagittario Katarina Barun: “Attenzione ai problemi legati allo stress”. Alla scorpioncina Celeste Plak invece “In linea di massima la forma fisica va bene, ma ci sono ancora troppe tensioni”. Entrambe grandi protagoniste del match di gara 1 contro Piacenza, in cui hanno messo a segno rispettivamente 22 e 18 punti, le due braccia forti della Foppa conteranno davvero tanto nel risultato di questa sera di gara 2, che potrebbe riaprire la qualificazione. Bergamo ha dimostrato già in Coppa Italia di poter battere la squadra di Gaspari, che certo sarà molto più preparata a farlo dopo le recenti esperienze negative. Conterà molto in campo lombardo riuscire a ritrovare lo slancio e il carattere di quel match di Coppa, resistendo allo stress e al nervosismo che nasce dall’avere l’obbligo di vincere.

_DSC5344Piacenza ha fame di finale. A Indre Sorokaite, del segno del Cancro, le stelle dicono che “Oggi e domani potrai rinvigorire anche l’aspetto psico-fisico”, mentre alla Capricorno Floortje Meijners: “Tutti quelli che si sono dati molto da fare negli ultimi anni stanno per avere una prima ricompensa”. La tre-volte campionessa d’Italia che viene dall’Olanda può ben sperare per quest’anno, soprattutto dopo il pronto recupero da un infortunio che poteva essere decisivo per le sorti della sua squadra in Campionato. Entrambe strettamente legate alla maglia della Nordmeccanica, con cui hanno condiviso i recenti successi, in gara 1 il loro attacco è stato preciso e letale, con Marcon e Leonardi a salvaguardare egregiamente il settore difensivo. Avere loro in finale Scudetto sarebbe da un certo punto di vista doveroso, per risolvere sul campo una volta per tutte una polemica su chi si sentisse la squadra più forte di questo Campionato (vedi interviste agli allenatori del girone di andata della nostra #Preview). Gli scontri diretti di quest’anno sono stati tutti appannaggio di Conegliano: 3-0 all’andata al Pala Verde, 1-3 al ritorno al Pala Banca. Vedremo allora se Piacenza riuscirà ad avere la meglio su Bergamo per tornare ai fasti di una finale Scudetto di cui la scorsa stagione la società ha sentito davvero la mancanza.

PS Noi con le stelle e le previsioni astrologiche ci abbiamo soltanto giocato. La pallavolo è bella perché stravolge qualsiasi tipo di pronostico, anche quello del cielo. Non credete troppo agli oroscopi e… buona pallavolo a tutti!

Alessandra Caccia