#PREVIEW, Jovana Stevanovic: “Gioco per vincere”

TIROZZI VALENTINA E STEVANOVIC JOVANA POMI CASALMAGGIORE - IGOR GORGONZOLA NOVARA CAMPIONATO SERIE A1-F 2015-2016 CREMONA 14-11-2015 FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Quattro tra le prime cinque squadre di questo 71esimo Campionato di serie A1 di volley femminile si scontrano tra loro nell’imminente sesta giornata di gare di ritorno. Cercherà di approfittarne l’unica grande che in questo turno potrà vantare una partita liscia, ovvero la capolista Imoco Volley Conegliano, che potrebbe trovare un allungo importante vincendo la partita di domenica contro una Metalleghe Sanitars Montichiari piegata il weekend scorso al tie break dal Club Italia, nella splendida cornice del Forum di Assago diventato per un giorno Volley Land. L’altra capolista, la Nordmeccanica Piacenza, affronterà una difficile trasferta in casa della Liu Jo Modena, ormai appaiata a Novara, per cercare di far finire la partita diversamente da quella sconfitta 3-2 dell’andata. Proprio la Igor Gorgonzola Novara, invece, dovrà vedersela con la sua “bestia nera” Pomì Casalmaggiore, ormai qualificata di diritto alla Final Four di Champions League che verrà ospitata a Montichiari, e quindi esentata dagli impegni europei, che vedono invece reduci da una partita infrasettimanale sia Piacenza sia Novara (quest’ultima affronta la partita a Baku giovedì per poi anticipare il match di Campionato al sabato sera). Il palcoscenico dello scontro sarà il Pala Igor Gorgonzola e non il Pala Radi di Cremona, ma per le piemontesi reduci da una sconfitta proprio ad opera della Liu Jo non sarà facile risollevare la testa. Una vittoria, per Modena e Novara, che potrebbe significare per entrambe proprio lo scavalcare Casalmaggiore, a 37 punti in classifica.

E mentre riposa la Sudtirol Bolzano, le altre sette squadre di media e bassa classifica dovranno cercare di raggranellare punti più o meno facili, ma sicuramente più abbordabili una volta escluse dai giochi del turno le big – fatto salvo per Montichiari, naturalmente, che potrebbe rischiare di essere scavalcata dalla Unendo Yamamay Busto Arsizio, indietro solo di un punto. Le Farfalle se la dovranno però vedere, pur sempre in casa, con la Foppapedretti Bergamo, che dovrà a sua volta stare attenta a non perdere terreno nei confronti della Savino Del Bene Scandicci, impegnata in casa contro il Club Italia. C’è infine Il Bisonte Firenze per l’Obiettivo Risarcimento Vicenza, anch’essa impegnata tra mura amiche.

E allora c’è anche lei, lì in vetta, con la sua Pomì Casalmaggiore: la miglior centrale del girone di andata secondo voi lettori di Pallavoliamo.it. Jovana Stevanovic, classe 1992, già campionessa e supercampionessa italiana, vincitrice di quattro campionati della sua natia Serbia e di altrettante Coppe nazionali: un super bottino per una ragazza di soli 23 anni! Che, nonostante tutti i trofei già conquistati, ci assicura una cosa in questa #Preview: che lei gioca solo per vincere. E che proverà a farlo anche sabato sera a Novara.

_DSC8532Siete ancora in lizza per un primo posto importante in questa Regular season: te lo aspettavi? La vostra squadra è cambiata molto rispetto allo scorso anno, ma non ha perso in competitività. Come la vivi tu?

Il mio obiettivo, sempre, è vincere. E credo che anche le mie compagne abbiano fame di vittorie. Io penso che questa Pomì possa puntare ad aggiudicarsi tutte le competizioni che la vedono scendere in campo: Campionato di serie A1, Coppa Italia, Champions League. La concorrenza è assai agguerrita; quello che forse potrà aiutarci è il fatto che tra noi siamo grandi amiche, e ci frequentiamo anche fuori dal campo: una sintonia che credo potrà essere anche la chiave per toglierci delle nuove soddisfazioni. La Pomì Casalmaggiore può contare inoltre su un tifo molto affezionato e caloroso: i nostri sostenitori ci danno una grande carica, e ci spingono a rimanere sempre ai vertici. Personalmente, cerco sempre di scendere in campo non per giocare per me stessa, ma per la squadra ed il pubblico: credo che sia questo l’atteggiamento mentale giusto per puntare sempre in alto.

Ci sono comunque state delle sconfitte, in questo Campionato non si può stare tranquilli contro nessuno. Quale quella che ti ha fatto più male finora? Magari perché immeritata oppure proprio perché vi meritavate di perdere per un gioco non ottimale?

In questo Campionato non c’è nessuna squadra da sottovalutare, ed ogni vittoria va sudata. Una sconfitta che non ci è andata giù è stata quella di Scandicci alla decima giornata del girone d’andata: eravamo sopra 2-0, poi siamo andate in tilt e ci siamo fatte raggiungere e superare. Altra sconfitta pesante è stata il 3-0 senza appello subito a Modena all’ottava d’andata. In quel caso, però, eravamo molto stanche perché reduci dalla Champions; e una squadra come la Liu Jo non può essere affrontata al 50 per cento.

Chi ti ha fatto finora più impressione tra le altre squadre del Campionato?

La squadra che sinora mi ha fatto più impressione è Conegliano, che non per nulla è prima in classifica. È una squadra forte in tutti i reparti, senza punti deboli. Ma anche Novara, Modena e Piacenza sono ottime squadre, e comunque questo Campionato è molto equilibrato e non bisogna fidarsi nemmeno delle squadre “minori”. Ma Casalmaggiore se la può giocare con tutti alla pari.

_DSC8998Noi di Pallavoliamo ti abbiamo incoronata miglior centrale del girone di andata. Ma tu ti senti la miglior centrale di questo Campionato?

Vi ringrazio per il riconoscimento: sarà uno stimolo per continuare a crescere. Non so se sono stata la migliore nel mio ruolo, posso solo dire che cerco sempre di dare il cento per cento in ogni partita. Vi sono comunque tante altre centrali di grande valore, con cui c’è rispetto e stima reciproca: penso in primo luogo alla mia compagna di squadra Lauren Gibbemeyer e a Rachael Adams di Conegliano.

È ormai certo che giocherete la Final Four di Champions League, per di più in Italia (seppur con un po’ di rammarico per l’impossibile utilizzo del Pala Radi di Cremona). Come vedi questa competizione? Quanto bene potete fare? Vedi un’altra squadra italiana con voi?

Sarà un’opportunità da non perdere: chiunque parteciperà alla Final Four sarà di sicuro una grande squadra, per cui noi dovremo dare il massimo; ma al contempo penso che ce la possiamo giocare alla pari con tutte. Confidiamo naturalmente molto anche nel sostegno del tifo italiano. Piacenza? potrebbe anche qualificarsi: non sarà facile, perché tutte le formazioni approdate ai playoff sono da temere; ma ha le qualità per provarci.

Dal traguardo inaspettato ma non troppo del Campionato dell’anno scorso, alla competizione per almeno tre titoli (per la Supercoppa si vedrà): fin dove potete arrivare?

Il nostro obiettivo è di vincere tutto. Abbiamo il dovere di provarci, nella certezza che non partiamo sconfitte in partenza da nessuna squadra.

Sabato sera c’è l’anticipo contro Novara, di cui sembrate essere la “bestia nera”: come vi state preparando in vista di questa partita che potrebbe segnare un allungo importante in classifica su queste vostre avversarie?

Quella con Novara sarà senz’altro una bella partita. Loro saranno concentrate al massimo, per cercare di sfatare il tabù; ma noi non sconteremo l’accavallarsi degli impegni europei, e pertanto saremo a nostra volta concentrate. Tra le avversarie, stimo particolarmente Samanta Fabris, che è anche una mia amica. Stiamo lavorando bene in allenamento, per prepararci al meglio all’appuntamento.

Alessandra Caccia