CEV Champions League: è bronzo per il Rabita Baku

CEV-CLW_20140316-152129La sfida tra Rabita Baku e Eczacibasi Istanbul assegna la medaglia di bronzo nell’ambito della Final Four di CEV Champions League di volley femminile. La squadra di casa, dopo aver ceduto per 0-3 alla Dinamo Kazan, si affida alle mani di Nootsara Tomkom, la palleggiatrice thailandese che sostituisce Skorupa, mentre Micelli sceglie di schierare Havelkova per Usic.

CEV-CLW_20140316-162444Gioca bene Skowronska in posto quattro, che tiene a distanza un Eczacibasi sceso comunque in campo con atteggiamento abbastanza competitivo: alcuni problemi di troppo in ricezione rende difficile la costruzione del gioco alla squadra di Micelli, che paga alcuni passaggi a vuoto ai quali il tecnico cerca di rimediare durante il secondo time out tecnico (16-14). Tuttavia, con l’ace di Tory Dixon il Rabita sale a +4: questo è il vantaggio che la squadra di casa riuscirà a conservare sino alla fine del set, nonostante i tentativi di Micelli di cambiare gioco, inserendo Denise Hanke al palleggio, e quelli di Poljak di imporsi a muro (25-21).

Il secondo set inizia decisamente a senso unico: l’Eczacibasi sembra spegnersi progressivamente, Hanke e Poljak non riescono a trovare l’intesa, Havelkova lascia il posto a Usic, Micelli p costretto a chiamare un nuovo time out sul 10-2. Il Rabita appare invece rinfrancato dalla vittoria del primo set: evidentemente la Dinamo Kazan ha messo in campo un gioco che non ha permesso di ammirare l’effettivo potenziale della squadra di casa. Qualche ingenuità arriva anche dalle giocatrici in maglia rosa, tuttavia funziona benissimo la diagonale tra Tomkom e Rourke: la regista riesce anche a sfruttare le doti di Skowronska in fatto di rapidità, privilegiando con lei il gioco veloce invece di quello di palla alta.Il parziale è decisamente favorevole al Rabita (16-7), e Hanke continua a non trovare la misura dei colpi. Di nuovo un cambio in regia, ma la risalita appare proibitiva: e infatti, Rabita Baku chiude facilmente il secondo parziale. (25-12),

CEV-CLW_20140316-171132L’Eczacibasi deve prima di tutto trovare se stesso: non facile, quando anche la sfortuna si accanisce, come nel caso dell’ace di Cruz realizzato con l’aiuto del nastro che restituisce a Rabita il vantaggio di inizio set. Il terzo parziale è più combattuto, il break decisivo arriva con errore di Demir in attacco, che segue un bel punto in attacco di Cruz (19-17). Micelli chiede time out e cerca di aggiustare la sua squadra quel tanto che basta per allungare almeno il set. Andressa, la centrale brasiliana dell’Eczacibasi, riconquista la parità con un bel primo tempo, ma gli errori in attacco non premiano gli sforzi della squadra turca di rientrare nel match. Proprio Neslihan lascia aperta una porta alle speranze di Micelli con un muro punto su Skowronska, ma su una palla innocua della polacca è ancora il Rabita a tornare in vantaggio. Il terzo parziale si chiude comunque al fotofinish: Demir con un bel pallonetto conquista il 23-23, Tomkom il primo match point, Skowronska il secondo: tocca a Poljak annullarli entrambi. Gumus commette un errore che non rende giustizia alla sua prestazione, e subisce il muro vincente di tory Dixon (per noi MVP, gran bel centrale): il Rabita Baku può festeggiare in casa un podio meritato

 

Martina Ricca
fotografie: cev.eventolive.it