#RoadToRio2016: L’altro tie-break

Il punto di vista tinto d’azzurro di Miky Orione.

Nell’articolo a commento delle prime convocazioni in vista del torneo di qualificazione, avevamo intravisto una bella prospettiva nel rinnovamento della nazionale azzurra, sottolineando tuttavia l’ennesimo cambiamento all’interno di un quadriennio decisamente travagliato e altalenante, per quanto fatto da picchi di bel gioco. Nel #Preview firmato da Alessandra Caccia, Marco Bonitta ci aveva parlato dell’entusiasmo intorno al quale si stava costruendo una nazionale nuova e rinnovata. Abbiamo lasciato parlare il campo, e le protagoniste che su quel campo si sono giocate una chance per il pass olimpico: “il gruppo è questo”, ha affermato il CT, e forse l’Italia del volley la sua identità, in questo difficile cambio generazionale, la sta trovando. #conilcuoresempre tinto d’azzurro, non poteva mancare la #Pallainnamorata di Miky Orione, a dire che sì, questa nazionale deve crescere, ma ci piace, come sempre.

gruppo ankara dioufSe quel sofferto tie break fosse finito a parti invertite saremmo qui a raccontare una storia diversa, una sconfitta metafora di una “tragedia” sportiva ma lo avremmo fatto con la stessa incondizionata passione.

La stessa con cui da anni ripetiamo che la Nazionale si tifa e si ama a prescindere dai protagonisti, dai risultati e dalle qualificazioni.

Con la stessa noiosa quanto radicata e profetica convinzione che credere nelle nuove generazioni, dar loro spazio, non sia solo un lungimirante ed etico pensiero ma un dovere per un movimento che vuole avere un futuro vincente. Di errori in tal senso ne sono stati fatti molti, non dobbiamo dimenticarlo. Ma gli errori, sarà banale, aiutano a crescere o almeno questa é la speranza.

bonitta ankara 3A proposito… se quell’ultima palla fosse caduta nel nostro campo saremmo comunque qui a ringraziare Marco Bonitta per l’impegno, la dedizione ed il coraggio di convocare ragazzine come Orro, Danesi, Egonu; saremmo qui a scrivergli comunque quel “bravo mister” che oggi anche molti critici, pronti fino a ieri a chiederne le dimissioni, hanno il coraggio di esternare.

Ma anche riconoscere i propri errori di valutazione può essere talvolta una virtù.

Comunque vada il prossimo tie break, grazie ragazze. #conilcuoresempre.

Miky Orione

 

Foto cev.lu