Capitan Serena Ubertini suona la carica alla Zambelli Orvieto

Ubertini Serena (attacco)ORVIETO (TR) – È cominciata con una sconfitta esterna la stagione della Zambelli Orvieto che ha dovuto subito affrontare Bologna, una delle candidate favorite alla promozione, forse la più autorevole del girone.

Un esordio amaro quello nel campionato di serie B1 femminile che si sapeva avere un avvio difficile, complicato anche da qualche acciacco fisico che non ha permesso di esprime pienamente tutto il potenziale.
Va comunque dato merito alla formazione emiliana di essersi rivelata davvero molto compatta e di aver dimostrato di meritare il grande credito che gli addetti ai lavori le attribuiscono.

A parlare del debutto è la giocatrice più esperta, quella con più anni di servizio e che da più stagioni veste la maglia gialloverde, la schiacciatrice Serena Ubertini: «È un bell’organico il nostro ed i nuovi innesti si sono amalgamati molto bene con il gruppo che è stato confermato dall’anno scorso. L’obiettivo è quello di fare bene cercando di migliorare il risultato della passata stagione. Non sarà facile perché è un campionato tosto e con diverse giocatrici provenienti dalla categoria superiore, alcune di esse le abbiamo incontrate in questa prima partita. Anche se rimane qualche rammarico per il risultato finale, si sono viste buone cose, soprattutto la capacità di reazione che abbiamo avuto sul due a zero per loro. Peccato per il quarto ed ultimo set che è stato molto combattuto ma loro sono state più incisive in attacco e hanno commesso meno errori di noi».

La capitana è una delle veterane delle tigri ed anche per questo è la persona più indicata per cercare di dare un giudizio sulla squadra, pur essendo ovviamente molto presto per fare analisi compiute.
«Vedo un buonissimo potenziale, dobbiamo solo aggiustare qualcosa soprattutto nella correlazione muro difesa, in un gruppo nuovo è normale ci voglia tempo perché funzioni perfettamente, in sostanza alcuni meccanismi devono ancora essere messi a punto. Lavoriamo molto bene tra di noi e con lo staff che è rinnovato dall’anno scorso ma con cui io ho avuto il piacere di condividere già tante esperienze in passato e a cui sono legata. Sono contenta di poter giocare ancora un anno qui a Orvieto una società seria e solida come poche in circolazione».

Adesso è il momento di voltare pagina e guardare avanti, le aspettative si concentrano sul prossimo impegno che vedrà le rupestri esordire sabato al palasport Alessio Papini (fischio d’inizio alle ore 18).
«Sabato affronteremo una rivale che ha vinto tre a zero e sarà dunque lanciata sulle ali dell’entusiasmo. Noi giochiamo in casa ed abbiamo bisogno di un po’ di tifo per riscattarci subito della sconfitta e ripartire alla grande».
La dirigenza del sodalizio sportivo coordinato dal presidente Flavio Zambelli si prepara ora alla prima partita interna e lancia l’invito a tutti i tifosi di far sentire il proprio sostegno nella sfida in cui sarà ospite Cesena.

Alberto Aglietti

Ufficio Stampa
Pallavolo A.Z. Zambelli Orvieto